Continua l’attività di ripristino delle condizioni di naturalità all’interno del Parco Nazionale dell’Aspromonte

Continua l’attività di ripristino delle condizioni di naturalità all’interno del Parco Nazionale dell’Aspromonte grazie alla collaborazione tra l’Ente Parco e il Corpo forestale dello Stato e la fattiva disponibilità degli altri Enti.
Questa volta le aree bonificate sono state quelle in località Cazzola del comune di San Giorgio Morgeto e passo del Mercante (Cittanova).
Nelle località insistevano baracche (edificate in lamiere, tavolame ed eternit) abbandonate da anni e prima utilizzate dai Consorzi di Bonifica per opere di forestazione (ricovero operai e attrezzature). Una volta localizzate e censite dal Comando CFS di San Giorgio, sono state segnalate allo stesso Consorzio che ha provveduto tempestivamente allo smontaggio delle strutture obsolete e al conferimento in discarica dei materiali di costruzione e delle numerose suppellettili ormai assimilabili a veri rifiuti speciali e ingombranti.
Nelle prossime settimane i comandi dipendenti dal Coordinamento territoriale per l’ambiente del CFS, diretto dal dott. Gerardo Pontecorvo, proseguiranno, con la medesima metodologia operativa, l’attività di bonifica del territorio all’interno dell’area protetta.









Scrivici

Nome

Email *

Messaggio *