Reggio Calabria, Filippo Barreca è grave e torna a casa.

Filippo Barreca, classe 56, ristretto presso la Casa Penale di Sulmona poiché definitivamente condannato alla pena dell’ergastolo per fatti consumati nel comprensorio pellarese negli anni ‘80-90, versa in gravissime condizioni di salute già demandate alla valutazione del Magistrato di Sorveglianza presso il Tribunale de L’Aquila, Dott.ssa Bianca Maria Serafini, dall’Avv.ssa Barbara Amicarella che lo assiste assieme agli Avv.ti Aurelio e Steve Chizzoniti. La Dott.ssa Serafini ha già disposto l’acquisizione attraverso la Questura di Reggio Calabria della disponibilità dei parenti del condannato ad assisterlo in loco dopo la sospensione dell’esecuzione della pena a causa della drammatica diagnosi che riferisce di “frammenti di neoplasia stromale maligna di alto grado con aree di necrosi e con reperti morfologici ed immuno fenoti indicativi di liposarcoma pleomorfo”. 

Lo stesso avrà quindi la possibilità di curarsi in famiglia che raggiungerà nei prossimi giorni a Pellaro di Reggio Calabria. Gli Avv.ti Aurelio e Steve Chizzoniti hanno sottolineato la grande sensibilità del S. Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Dott. Giuseppe Lombardo, che opportunamente informato dell’incalzante patologia non ha esitato a sollecitare personalmente la Questura reggina ad evadere tempestivamente la richiesta articolata dal Magistrato di Sorveglianza dell’Aquila volta a verificare la disponibilità dei familiari dell’ergastolano a ricevere il congiunto in casa. Gli stessi hanno quindi potuto subito dopo formalizzare e sottoscrivere presso i competenti uffici il richiesto impegno indispensabile per la conclusione del complesso iter istruttorio.

Scrivici

Nome

Email *

Messaggio *