TERMINI - GIRO DI VITE DEI CARABINIERI NEL QUADRANTE DELLA STAZIONE. CINQUE PERSONE ARRESTATE E UNA DENUNCIATA A PIEDE LIBERO NEGLI ULTIMI DUE GIORNI.

ROMA – Proseguono i controlli dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma nel quadrante della stazione ferroviaria "Roma Termini", uno dei principali varchi d'accesso alla Capitale per migliaia di turisti italiani e stranieri e per lavoratori pendolari.

Lo sforzo operativo messo in atto dai Carabinieri è finalizzato ad arginare i fenomeni di illegalità diffusa e di degrado.

In questo contesto, la scorsa notte, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno arrestato un cittadino egiziano di 20 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, trovato in possesso di carte abilitate al prelievo di contante. Il ragazzo è stato notato mentre si aggirava in via Giolitti in atteggiamento sospetto e una volta controllato, sorpreso in possesso di una carta di credito, intestata a una ragazza di San Giorgio a Cremano (NA) che ne aveva denunciato il furto.

La carta è stata recuperata mentre il giovane egiziano è stato trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo.

Poco dopo, nella stessa zona, i Carabinieri hanno denunciato a piede libero un altro cittadino egiziano, un 21enne, anch'egli senza fissa dimora e con precedenti, che stava girando nei pressi della Stazione con un coltello a serramanico del genere proibito, in tasca.

Sempre la scorsa notte, i Carabinieri della Stazione di Roma Piazza Dante hanno arrestato un cittadino algerino di 23 anni, senza fissa dimora, che aveva aggredito una sua coetanea di nazionalità cinese, a Roma per turismo, per poi strapparle dalle mani la borsa e darsi alla fuga. Tutto è iniziato in via Carlo Cattaneo. La 23enne però, non mollando la presa, è stata trascinata per alcuni metri. Alcuni passanti, udite le urla della turista, hanno immediatamente inseguito e bloccato il malfattore, allertando anche il 112. La borsa è stata riconsegnata alla vittima mentre l'arrestato è stato accompagnato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo. Dovrà rispondere di rapina.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un cittadino egiziano di 18 anni, con precedenti e senza fissa dimora, perché armato di coltello a serramanico si è introdotto all'interno di un minimarket di via Giolitti, gestito da un cittadino del Bangladesh di 30 anni, e lo ha rapinato. Sfortunatamente per lui, i Carabinieri in transito in quel momento, lo hanno notato che usciva dal negozio ancora con il coltello in pugno e sono subito intervenuti. L'arrestato è stato accompagnato in caserma dove sarà trattenuto in attesa del rito direttissimo. La refurtiva è stata recuperata e restituita al negoziante malcapitato, mentre il coltello è stato sequestrato.

Infine, all'interno dei Giardini Einaudi, in largo di Villa Peretti, i Carabinieri della Stazione Roma Via Vittorio Veneto hanno arrestato due cittadini egiziani, di 18 e 20 anni, sorpresi a cedere dosi di hashish ad un giovane, identificato e segnalato quale assuntore all'Ufficio Territoriale del Governo. Bloccati i due pusher, i militari hanno trovato nelle loro tasche altra sostanza stupefacente e denaro contante, provento dello spaccio. Dovranno rispondere di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

231117


--
Luigi Palamara
Giornalista, Direttore Editoriale e Fondatore di OnlyNews.Info
Cell.: +39 338 10 30 287

Scrivici

Nome

Email *

Messaggio *